Terapie Inalatorie

Il numero delle malattie respiratorie è cresciuto in maniera considerevole negli ultimi anni anche a causa delle peggiorate condizioni ambientali (inquinamento, fumo, ecc.)Tutti gli Hotel Termali ad Abano Montegrotto sono dotati di un apposito reparto per la terapia inalatoria. L’acqua termale nebulizzata è un toccasana per le patologie delle vie respiratorie superiori ed inferiori ed è efficace per la prevenzione e la cura delle patologie croniche.Lo specialista otorinolaringoiatra consiglia al paziente il tipo di trattamento termale più idoneo tra terapia inalatoria, aerosolterapia a getto diretto, insufflazioni endotubariche soniche o lavaggi endonasali a getto micronizzato.Per i bambini un modo speciale di fare i trattamenti, seduti in braccio alla mamma, in un hotel confortevole e dopo un bel bagno in piscina.

L’acqua termale può essere somministrata, fondamentalmente in quattro modi:

- NEBULIZZAZIONI

Per attuare una terapia con le nebulizzazioni, occorre che l’acqua minerale venga ridotta in goccioline sottilissime, che, disperse nell’aria, la rendono simile ad una nebbia che può essere più o meno densa. Questa nebbia può essere immessa in un ambiente chiuso, all’interno del quale i soggetti si trattengono per tutta la durata dell’applicazione, respirando quest’aria fortemente umidificata. In alternativa, la nebulizzazione può essere individuale, con un apparecchio che orienta direttamente il getto verso l’apparato respiratorio (naso e bocca). Nel primo caso otteniamo una più blanda penetrazione nell’apparato respiratorio, ma il soggetto permane in una vera e propria “atmosfera” termale, mentre nel secondo si ha indubbiamente una maggiore concentrazione dell’acqua minerale. Cure inalatorie termali come le nebulizzazioni non vengono però praticate alle Terme Euganee.

- INALAZIONI

terapie-inalatorie_1La tecnica delle inalazioni termali corrisponde alla vecchia pratica dei “suffumigi”, la famosa pentola di acqua bollente con disciolte sostanze balsamiche, dalla quale le nostre nonne ci facevano respirare il vapore coprendoci la testa con un asciugamano. Ovviamente oggi si utilizzano delle apparecchiature apposite per inalazioni. L’acqua minerale per uso inalatorio, viene posta all’interno di un apparecchio, del tutto analogo a quello che ognuno di noi usa o ha usato per i propri figli, che ha il compito di “frantumare” l’acqua stessa in particelle più o meno piccole che il soggetto, posto di fronte all’apparecchio, inala.

- AEROSOL

terapie-inalatorie_2

Anche per quello che riguarda l’aerosol, il concetto è analogo, la differenza è determinata dagli apparecchi, che scompongono l’acqua minerale in particelle di diametro fra i 3 e i 10 micron, le quali si fermano prevalentemente nelle alte vie respiratorie.

- IRRIGAZIONI NASALI E DOCCE MICRONIZZATE

Per quello che riguarda le “docce” e le irrigazioni nasali, l’acqua termale, mantenuta a temperatura costante e gradevole, viene fatta scorrere, a flusso leggero e continuo, all’interno delle cavità nasali.
In tutte queste terapie, la durata dell’applicazione, stabilita caso per caso dal medico termalista, varia a seconda delle esigenze del soggetto interessato.

A CHI SONO INDICATE

terapie-inalatorie_3Le malattie otorinolaringoiatriche e dell’apparato respiratorio trovano un indubbio giovamento in questo tipo di cure, consigliate soprattutto ai bronchitici cronici, fumatori ed ex fumatori. Indipendentemente dal modo di somministrazione, è l’acqua minerale la vera terapia. Le caratteristiche antinfiammatorie dell’acqua delle Terme Euganee, che vanta una serie di studi scientifici sulle sue potenzialità antinfiammatorie, anche in questo caso fanno la differenza.



I video saluteI nostri stabilimenti termali