Tracheite

tracheite_1Rappresenta la forma infiammatoria “di passaggio” fra le patologie delle vie aeree “superiori” che abbiamo fin qui descritto e quelle delle vie aeree “inferiori” che vedremo più avanti. La tracheite raramente si presenta come entità autonoma, mentre il più delle volte è associata a laringite e faringite (laringotrachietie e faringolaringotracheite rispettivamente). Anche in questo caso l’origine è prevalentemente virale e le manifestazioni cliniche non si differenziano da quelle già descritte a proposito della faringite e della laringite, con cui spesso si accompagna. Di conseguenza, anche le terapie sono praticamente le stesse, come identici sono i consigli igienico dietetici ed alimentari. Tuttavia, è opportuno sottolineare come, in questa forma, l’uso delle inalazioni o degli spray a base di cortisone sia ancora più razionale per eliminare il più rapidamente possibile la malattia. Non bisogna infatti dimenticare che, come ho detto in altra parte, la trachea rappresenta la “terra di mezzo” fra le vie aeree superiori ed inferiori e la sua capitolazione, per usare un termine guerresco, apre la porta di ingresso di virus e batteri verso i bronchi ed i polmoni. Per ritornare alla terapia, nelle forme di tracheite è consigliabile il ricorso a prodotti fluidificanti, gli “sciroppi per la tosse”, il cui effetto emolliente migliora il sintomo, anche se non abbrevia il decorso della malattia.



I video saluteI nostri stabilimenti termali